DATA:

31 Gennaio 2019

Articolo tratto da www.tomshw.it:

L’Agenzia spaziale europea (ESA) ha assegnato a D-Orbit un contratto GSTP (General Support Technology Program) per lo “sviluppo di un distributore di CubeSat in orbita”. Per chi non lo ricordasse, D-Orbit è l’azienda italiana che ideò un sistema di deorbitaggio dei satelliti. Un progetto importante perché, montando il dispositivo sui satelliti prima di spedirli nello Spazio, consente di “togliere di mezzo” i satelliti non più in uso, parcheggiandoli in un’area denominata “cimitero” oppure bruciandoli al contatto con l’atmosfera. In entrambi i casi si evita di incrementare il problema dei detriti spaziali, con tutti i benefici che ne conseguono.

GSTP è un programma dell’ESA ideato per consentire alle industrie spaziale europee di sviluppare tecnologie all’avanguardia. Nell’ambito del GSTP, i partner dell’ESA – fra cui l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) – assegnano finanziamenti a progetti ingegneristici promettenti, di modo che possano evolvere in prodotti maturi.

Il contratto in questione ha un valore di 2,6 milioni di euro, da investire nello studio, nella progettazione, nella produzione e nella qualifica di un veicolo capace di trasportare un gruppo di CubeSat in orbita, quindi lanciarli nello Spazio in modo indipendente, anche in orbite differenti. La prima fase del contratto, che è iniziata il primo gennaio 2019, avrà una durata di cinque mesi e porterà alla finalizzazione del progetto. La seconda fase, che durerà 11 mesi, si concluderà con la consegna del veicolo spaziale qualificato. Il lancio è previsto per la seconda metà del 2020.

Fonte: www.tomshw.it

 

Articoli correlati

Inizia un nuovo capitolo per la startup che consente di tenersi in forma sempre e ovunque     Roma, 11 gennaio 2021 – Fitprime, piattaforma digitale dedicata al mondo del […]

Continua a leggere

Torino, 30 ottobre 2020 – Si è svolta ieri, in diretta streaming da Torino, la finale del Premio Business Angel dell’Anno 2020, evento organizzato dal Club degli Investitori – uno […]

Continua a leggere

L’aumento di capitale è stato sottoscritto dagli investitori della community della piattaforma Doorway, dai membri di IAG e dal Club degli Investitori. La startup mira allo sviluppo dei suoi progetti […]

Continua a leggere

Il Club degli Investitori sostiene la proposta di don Luca Peyron, Direttore della Pastorale universitaria e coordinatore del servizio per l’Apostolato Digitale dell’Arcidiocesi di Torino per ospitare il centro di […]

Continua a leggere