DATA:

6 Maggio 2018

[:it]Articolo tratto da lastampa.it

Dal primo maggio Soundreef fornisce ai propri iscritti rendicontazioni mensili e pagamenti trimestrali per l’utilizzo della propria musica su YouTube, offrendo ad autori ed editori un notevole miglioramento rispetto alle classiche tempistiche che in Europa vanno dai 3 mesi fino a un massimo di 15 mesi dopo l’effettivo utilizzo della loro musica.

Gli iscritti, con brani depositati ai servizi della società fondata da Davide d’Atri, troveranno i rendiconti e i guadagni generati nella sezione statistiche del proprio account mensilmente. Le tempistiche diventano così sempre più veloci: a partire dal 20 maggio sarà possibile per autori ed editori visualizzare i ricavi di aprile. Il 20 giugno sarà disponibile la rendicontazione di maggio. I pagamenti relativi vengono effettuati ogni 3 mesi secondo le seguenti scadenze: 30 aprile, 30 luglio, 30 ottobre, 30 gennaio dell’anno successivo.

Grazie a un accordo con YouTube annunciato a inizio anno Soundreef riceve direttamente i report sulle utilizzazioni dei video caricati su YouTube e riscuote dal provider i compensi dovuti sulle opere dei suoi iscritti. Soundreef diventa così la prima collecting society a fornire mensilmente le rendicontazioni per i passaggi su YouTube ad autori ed editori dando loro informazioni sempre più dettagliate, veloci, analitiche e trasparenti. Soundreef opera in più di 20 Paesi e amministra il repertorio di oltre 25.000 autori ed editori nel mondo, di cui più di 11.000 in Italia, tra cui Fedez, Enrico Ruggeri, J-Ax, Gigi D’Alessio, Maurizio Fabrizio, Nesli e Rovazzi.[:]

Articoli correlati

L’operazione è uno dei maggiori round di #venturecapital ad oggi in #Italia.

Continua a leggere

Un’opportunità per favorire l’espansione dell’azienda nel portfolio del Club degli Investitori verso il mercato statunitense.

Continua a leggere

L’Agenzia spaziale europea (ESA) ha assegnato alla società nel portfolio del Club un contratto GSTP (General Support Technology Program) per lo “sviluppo di un distributore di CubeSat in orbita”.

Continua a leggere

La piattaforma di video content creation potrà rafforzare il team, continuare lo sviluppo tech e puntare a nuovi mercati.

Continua a leggere