DATA:

11 Maggio 2016

[:it]Le imprese e gli imprenditori non sono tutti uguali. È anche per questo che l’innovazione può nascere dove meno ce lo si aspetta. Per esempio, in un’azienda metalmeccanica fondata nel 1948 che interpreta a pieno l’era dell’Industria 4.0 creando unlaboratorio di open innovation e dando vita a uno spinoff innovativo. È questa la storia con cui si apre la puntata di EconomyUpTv, Il metalmeccanico e la startup, andata in onda martedì 10 maggio su Sky 512 Reteconomy.

Il protagonista di questa storia è Diego Andreis, imprenditore che gestisce insieme al padre e al fratello l’azienda di famiglia Fluid-o-Tech e coltiva la passione per l’innovazione al punto da aver fondato F-Lab, un laboratorio di open innovation aperto a idee e contributi dall’esterno di progettisti e ingegneri e una startup, Dolphin Fluidics, che sviluppa progetti innovativi a servizio dell’azienda madre ma non solo.

Sono gli imprenditori stessi, in tanti casi, a supportare e finanziare le nuove imprese. Succede per i progetti interni delle aziende, come nel caso di Andreis, così come per gli investimenti in startup. Prova ne è l’esperienza di Giancarlo Rocchietti, ex imprenditore e ora presidente del Club degli investitori, che ci racconta con quale spirito un imprenditore diventa investitore in innovazione.

La startup della settimana è invece Beintoo, una delle nuove imprese che viene portata ad esempio nell’ecosistema italiano. In collegamento con New York abbiamo sentito il fondatore, Antonio Tomarchio, che ci ha raccontato l’esperienza di questa società che fa mobile marketing e della sua nuova avventura imprenditoriale, Cuebiq, lo spinoff di Beintoo fondato nella Grande Mela.

Clicca qui per rivedere la puntata.[:]

Articoli correlati

L’operazione è uno dei maggiori round di #venturecapital ad oggi in #Italia.

Continua a leggere

Un’opportunità per favorire l’espansione dell’azienda nel portfolio del Club degli Investitori verso il mercato statunitense.

Continua a leggere

L’Agenzia spaziale europea (ESA) ha assegnato alla società nel portfolio del Club un contratto GSTP (General Support Technology Program) per lo “sviluppo di un distributore di CubeSat in orbita”.

Continua a leggere

La piattaforma di video content creation potrà rafforzare il team, continuare lo sviluppo tech e puntare a nuovi mercati.

Continua a leggere