DATA:

25 Settembre 2015

[:it]Startup, attenzione alle valutazioni generose

Nella mia esperienza di business angel vedo che in meno di due anni le valutazioni “pre-money” sono cresciute del 30-50%. Molti investitori resteranno delusi ma se ci sarà una bolla, come dicono alcuni, non farà male a (quasi) nessuno.

Diversi media hanno iniziato a diffondere il dubbio di una “bolla delle startup”. Recentemente anche il Financial Times ha approfondito l’argomento, parlando addirittura di “azzardo morale “. Secondo alcuni economisti, la quantità di denaro messa in campo dagli investitori porterà allo scoppio di una bolla come accaduto nel 2000 per le aziende Internet.
Le bolle si formano grazie a storie, vere o false che siano, da cui i mercati si aspettano importanti risultati economici, che non arrivano, nel breve. Il fenomeno dell’anno 2000 si era sviluppato attorno ad una storia vera, Internet, che però ha impiegato più di 15 anni a diventare un business solido e profittevole. Solo quest’anno, infatti, il NASDAQ ha raggiunto finalmente i livelli del 2000.

Per continuare a leggere, clicca qui.[:]

Articoli correlati

Inizia un nuovo capitolo per la startup che consente di tenersi in forma sempre e ovunque     Roma, 11 gennaio 2021 – Fitprime, piattaforma digitale dedicata al mondo del […]

Continua a leggere

Torino, 30 ottobre 2020 – Si è svolta ieri, in diretta streaming da Torino, la finale del Premio Business Angel dell’Anno 2020, evento organizzato dal Club degli Investitori – uno […]

Continua a leggere

L’aumento di capitale è stato sottoscritto dagli investitori della community della piattaforma Doorway, dai membri di IAG e dal Club degli Investitori. La startup mira allo sviluppo dei suoi progetti […]

Continua a leggere

Il Club degli Investitori sostiene la proposta di don Luca Peyron, Direttore della Pastorale universitaria e coordinatore del servizio per l’Apostolato Digitale dell’Arcidiocesi di Torino per ospitare il centro di […]

Continua a leggere