DATA:

15 Gennaio 2018

[:it]

L’idea è di un italiano, Giulio Cesareo, presidente di Directa Plus ed ex top manager della multinazionale chimica Union Carbide. Un’idea sviluppata negli Stati Uniti insieme ad alcuni ex colleghi nel 2005, e germogliata nel 2011 qui in Italia, dove Cesareo ha inteso «portare un valore importante al nostro Paese, per incrementarne il patrimonio con l’apporto della tecnologia. Pensiamo che tutto ciò sia possibile in Italia, dove ci sono scuole strutturate e giovani talenti che non hanno voglia di andar via e intendono giocare qui la loro partita». Un percorso inverso, cui raramente si ha il piacere di assistere, e di successo, culminato con la quotazione alla borsa di Londra nel 2016.

Clicca qui per leggere l’articolo completo.

[:]

Articoli correlati

L’aumento di capitale è stato sottoscritto dagli investitori della community della piattaforma Doorway, dai membri di IAG e dal Club degli Investitori. La startup mira allo sviluppo dei suoi progetti […]

Continua a leggere

Il Club degli Investitori sostiene la proposta di don Luca Peyron, Direttore della Pastorale universitaria e coordinatore del servizio per l’Apostolato Digitale dell’Arcidiocesi di Torino per ospitare il centro di […]

Continua a leggere

Il Club degli Investitori completa il suo primo investimento negli USA, secondo investimento estero in meno di 12 mesi Evergreen produrrà radiofarmaci teragnostici avviando la produzione in uno stabilimento nel […]

Continua a leggere

Business Angels Europe, una delle principali associazioni di business angel in Europa, intervista Giancarlo Rocchietti, Presidente del Club degli Investitori. Durante l’intervista, Giancarlo ha parlato della nascita del Club, della principali strategie […]

Continua a leggere