DATA:

29 Ottobre 2018

Dopo Pechino e New York, riparte da Londra il ​Made in Italy 2.0.2.0,​ evento organizzato da iStarter​ per promuovere i migliori progetti digitali del nostro Paese.

La data è il 5 Novembre ​alla ​Royal Society of Chemistry ​di Londra, una location d’eccezione dopo le precedenti edizioni londinesi ospitate nel ​London Stock Exchange (2016) e in ​Westminster (2017).

iStarter è una comunità italiana di manager e imprenditori nata per far crescere le startup nostrane nel mondo. Attiva dal 2015 a Londra è considerata il leader di mercato dello ​scaleup made in Italy.

Le novità della terza edizione

Sono ​16 i progetti selezionati tra oltre 800 iniziative valutate, con un processo di selezione che ha visto collaborare fondi di investimento italiani ed europei.

“Un numero sempre maggiore di progetti, la qualità crescente di investitori coinvolti e l’interesse mediatico attorno a questa iniziativa, fanno di questa edizione del Made in Italy 2.0.2.0 la più ambiziosa di sempre”​, afferma Simone Cimminelli, CEO di iStarter.

Le finaliste sono state divise in ​3 aree di interesse: ​Hard Science​, i progetti che stanno modificando radicalmente la scienza e la salute; ​Fintech​, i progetti che stanno cambiando il mondo finanziario, e ​Digital Lifestyle,​ le imprese che hanno un impatto sul nostro stile di vita.

Per questa edizione sono oltre ​50 i fondi di investimento che hanno confermato la loro presenza ​con masse gestite superiori ai 2 miliardi di euro​.

Sarà presente anche il Club degli Investitori.

Clicca qui per leggere il comunicato stampa con l’elenco dei 16 finalisti.

Articoli correlati

L’operazione è uno dei maggiori round di #venturecapital ad oggi in #Italia.

Continua a leggere

Un’opportunità per favorire l’espansione dell’azienda nel portfolio del Club degli Investitori verso il mercato statunitense.

Continua a leggere

L’Agenzia spaziale europea (ESA) ha assegnato alla società nel portfolio del Club un contratto GSTP (General Support Technology Program) per lo “sviluppo di un distributore di CubeSat in orbita”.

Continua a leggere

La piattaforma di video content creation potrà rafforzare il team, continuare lo sviluppo tech e puntare a nuovi mercati.

Continua a leggere