Italian Investment Showcase, un ponte tra innovazione e mercati

12 aprile 2017

Giancarlo Rocchietti, Presidente del Club degli Investitori, martedì 11 aprile, è stato relatore al primo Italian Investment Showcase.

Articolo tratto da agi.it:

I numeri raccontano ancora un mercato del capitale di rischio ridotto e una crescita del sistema Paese che stenta a decollare. E il workshop non ha certo aggirato l’ostacolo.Matteo Casagrande, responsabile Business Development e Coordinamento di Intesa Sanpaolo ha riconosciuto che “il problema del credito è centrale” e che le banche debbano “cambiare i parametri per valutare i nuovi business”.

Dionigi Gianola, direttore generale della Compagnia delle Opere, ha sottolineato che “la capacità di innovare dipende dalla capacità di rischiare”. Ma serve “il supporto di soggetti esterni all’azienda e dei circuiti di credito tradizionali”. Renato Giallombardo, partner di Giani, Origoni, Grippo, Cappelli & Partners, ha invece sottolineato le falle della formazione e della stabilità legislativa: “I piani formativi devono contenere l’educazione digitale”. E, proseguendo dalle elementari agli atenei, “troppo spesso questo Paese ha usato la ricerca per scopi diversi da quelli dell’impresa”. Servono “politiche unidirezionali”, anche dal punto di vista fiscale, “con incentivi stabili per vent’anni, che non cambino in base a chi governi”. Giancarlo Rocchietti, presidente del Club degli Investitori, chiede invece agli imprenditori “Ambizione, impegno e flessibilità”.

Nonostante numeri e difetti, resta ottimista Innocenzo Cipolletta. Il presidente dell’Aifi ha chiuso la prima tavola rotonda. “L’Italia – ha affermato – è in una fase positiva” e rappresenta “una grossa opportunità per la finanza alternativa. Il credito bancario continuerà a giocare un ruolo importante, ma serve capitale di rischio per consentire alle imprese di crescere e innovare”.

Clicca qui per continuare a leggere.