DATA:

18 Febbraio 2016

[:it]Anche lo spazio ha il suo peso nel nostro futuro. La presenza di oggetti incontrollati è un fenomeno esistente. Per affrontare la missione, la startup italiana D-Orbit ha creato un prodotto ad hoc, D3. Il progetto è stato premiato dalla Commissione Europea, nel Programma Horizon 2020- SME Instrument, con due milioni di euro. Con i 5 milioni di euro già raccolti dagli investitori, di cui 1,3M di euro messi a disposizione lo scorso settembre dal Club degli Investitori, le riserve finanziare dell’azienda sono salite a quota sette milioni.

Clicca qui per continuare a leggere l’articolo (Fonte: www.wired.it)

 [:]

Articoli correlati

L’aumento di capitale è stato sottoscritto dagli investitori della community della piattaforma Doorway, dai membri di IAG e dal Club degli Investitori. La startup mira allo sviluppo dei suoi progetti […]

Continua a leggere

Il Club degli Investitori sostiene la proposta di don Luca Peyron, Direttore della Pastorale universitaria e coordinatore del servizio per l’Apostolato Digitale dell’Arcidiocesi di Torino per ospitare il centro di […]

Continua a leggere

Il Club degli Investitori completa il suo primo investimento negli USA, secondo investimento estero in meno di 12 mesi Evergreen produrrà radiofarmaci teragnostici avviando la produzione in uno stabilimento nel […]

Continua a leggere

Business Angels Europe, una delle principali associazioni di business angel in Europa, intervista Giancarlo Rocchietti, Presidente del Club degli Investitori. Durante l’intervista, Giancarlo ha parlato della nascita del Club, della principali strategie […]

Continua a leggere