DATA:

9 Ottobre 2016

[:it]Articolo tratto da economyup.it

Torna ScaleIT il primo evento in Italia dedicato agli investitori internazionali, interessati ad aziende innovative in fase di crescita in ambito digitale. L’appuntamento è per il 12 ottobre, presso la Sala Buzzati del Corriere della Sera e vedrà alternarsi sul palco le 15 aziende protagoniste di quest’anno. Ad ascoltare i pitch delle società presenti saranno i rappresentanti di oltre 20 fondi internazionali tra cui: Acton Capital, Amadeus Capital, Ardian, Aster Capital, Balderton, Cisco Investments, Eight Roads Ventures, Entree Capital, Iris Capital, Holtzbrinck Ventures, Index Ventures, Kreos Capital, Notion Capital e Omnes Capital.

Il criterio di selezione delle scaleup partecipanti è stata la performance: si tratta infatti di aziende che hanno già dimostrato una rilevante trazione di mercato (almeno 1 milione di ricavi o 1 milione di utenti per il B2C online) in grado di raccogliere un finanziamento di tipo Series A o Series B per poter scalare a livello internazionale. A differenza dell’edizione 2015, quella di quest’anno vedrà partecipare quattro realtà imprenditoriali in più, e si raddoppia anche il numero degli investitori internazionali. Si tratta di dati che dimostrano la tendenza a crescere della qualità delle aziende innovative italiane, confermata da un dato: quattro delle 11 scaleup che hanno partecipato alla prima edizione di ScaleIT hanno chiuso un round di investimento. A 4 milioni di euro ammonta la media degli investimenti sulle scaleup dello scorso anno.

Tra le 15 startup in vetrina, D-Orbit, azienda nel portfolio del Club degli Investitori.

Clicca qui per continuare a leggere.[:]

Articoli correlati

L’operazione è uno dei maggiori round di #venturecapital ad oggi in #Italia.

Continua a leggere

Un’opportunità per favorire l’espansione dell’azienda nel portfolio del Club degli Investitori verso il mercato statunitense.

Continua a leggere

L’Agenzia spaziale europea (ESA) ha assegnato alla società nel portfolio del Club un contratto GSTP (General Support Technology Program) per lo “sviluppo di un distributore di CubeSat in orbita”.

Continua a leggere

La piattaforma di video content creation potrà rafforzare il team, continuare lo sviluppo tech e puntare a nuovi mercati.

Continua a leggere