DATA:

9 Gennaio 2017

[:it]Anche quest’anno, come ogni anno, Startupitalia! ha selezionato le 100 startup italiane che meritano di essere ricordate nel 2016. I motivi (che poi sono anche i criteri di selezione) sono diversi, i round di investimento, prima di tutto, le exit, non molte nel 2016, ma davvero significative, le Ipo (una). E poi, la novità: l’open innovation. Le startup che hanno chiuso accordi con le corporate (alcune anche multinazionali) per contribuire a innovare i processi di ricerca e sviluppo. Tra queste, Soundreef e Waterview, entrambe nel nostro portfolio:

Soundreef. Continua a crescere la startup (ceo Davide D’Atri) che gestisce copyright e royalties per gli autori e che sfida la SIAE sulla raccolta dei proventi dei diritti d’autore (il caso è finito anche in Parlamento). Nel corso del 2016 ha ricevuto un investimento di 420 mila euro dal Club degli Investitori. Fra i big che hanno scelto Soundreef, Gigi D’Alessio, Fedez e Fabio Rovazzi.

Supermercato24. La piattaforma online (Enrico Pandian, founder e presidente del CdA) per il servizio di consegna di generi alimentari pensato per chi per chi non può andare al supermercato, ha chiuso un round di investimento di 3 milioni di euro. L’investimento è stato sottoscritto da Innogest e anche da 360 Capital Partners.

Waterview. La startup sviluppa servizi per la raccolta e l’analisi di Big Data in ambito meteorologico ed è specializzata nell’ideazione di sistemi intelligenti per il monitoraggio di fenomeni atmosferici. Ha chiuso un round di investimento di di 475 mila euro con il Club degli Investitori. Waterview è stata fondata nel 2015 da Paola Allamano, Paolo Cavagnero e Alberto Croci.[:]

Articoli correlati

L’operazione è uno dei maggiori round di #venturecapital ad oggi in #Italia.

Continua a leggere

Un’opportunità per favorire l’espansione dell’azienda nel portfolio del Club degli Investitori verso il mercato statunitense.

Continua a leggere

L’Agenzia spaziale europea (ESA) ha assegnato alla società nel portfolio del Club un contratto GSTP (General Support Technology Program) per lo “sviluppo di un distributore di CubeSat in orbita”.

Continua a leggere

La piattaforma di video content creation potrà rafforzare il team, continuare lo sviluppo tech e puntare a nuovi mercati.

Continua a leggere